Il danno contrattuale di Maria Costanza

Nostro prezzo € 91,53 € 101,70 -10%
Disponibilità: 1-2 giorni lavorativi

Quantità Descrizione Autore: Maria Costanza
Editore: Zanichelli
Data di Pubblicazione: 2014
ISBN: 9788808258700
Pagine: 552


L'imputazione dell'inadempimento, la individuazione del pregiudizio, la cooperazione dei contraenti e le loro attese, il principio di causalità, le determinazioni convenzionali del ristoro, la prova del pregiudizio sono alcuni degli argomenti che compongono il volume e che, consueti nella riflessione sul rapporto obbligatorio, sono stati riletti dagli autori, quali vicende che incidono sulla sorte del contratto che della obbligazione è fonte. L'opera, a più voci, vuole porre in rilievo lo stretto collegamento esistente fra inadempimento e mancata realizzazione delle finalità del contratto, pur nella fedeltà all'ordine delle norme codicistiche in materia di obbligazioni. I contenuti riportano a temi con i quali si può avere familiarità, ma su di essi lo sguardo è polarizzato sul senso che nel contratto assume l'inadempimento delle prestazioni che nel regolamento di autonomia hanno concretezze emergenti proprio là dove si compie la violazione all'impegno e sorge l'obbligo della riparazione e della reintegrazione del contraente deluso. Il danno diviene così misura degli interessi che il contratto rimasto ineseguito ha frustrato. Il volume si pone fra i contributi della dottrina dedicati allo studio della responsabilità contrattuale in una prospettiva diversa da quella abituale, perché in esso si pone in luce come il paradigma dell'inadempimento della obbligazione segua la traccia dell'inattuazione degl'impegni ai quali vincola il contratto.