Tecnica del freddo di Grazzini

Nostro prezzo € 32,40 € 36,00 -10%
Disponibilità: 2-3 giorni lavorativi

Quantità Descrizione

Acquisto di GRUPPO?? Se volete risparmiare contattateci!

Autore: Grazzini
Editore: Esculapio
Data di Pubblicazione: 2017
ISBN: 9788874889969
Pagine: 280


La produzione di freddo è importantissima sia per esigenze di conservazione degli alimenti che per il condizionamento degli ambienti civili ed industriali ed i consumi energetici dei paesi industrializzati sono sempre più influenzati dalla richiesta di energia da parte degli impianti di refrigerazione. Sin dai tempi più remoti l’uomo ha compreso che, disponendo di ghiaccio o comunque di ambienti a bassa temperatura, poteva conservare più a lungo i cibi. Oggi i problemi che si pongono nell’impiego delle macchine frigorifere, riguardano sia il consumo energetico che l’inquinamento ambientale.I sistemi più diffusi di produzione del freddo funzionano secondo cicli termodinamici che richiedono il consumo di energia pregiata, soprattutto elettrica, oltre all’impiego di fluidi di lavoro spesso dannosi per l’ambiente. A Montreal nel 1987, essendo stata accertata l’azione dannosa dei clorofluorocarburi (CFC) nei confronti dell’ozono stratosferico, fu concordato un Protocollo che ne prevedeva l’eliminazione. Successivamente gli accordi per la riduzione delle emissioni di gas che producono l’effetto serra ha portato ad ulteriori limitazioni e divieti sull’uso dei fluidi frigorigeni sia a livello europeo che mondiale a seguito delle Conferenze delle Parti durante le Convention of the United Nations on Climate Change (UNFCCC). Di conseguenza i ricercatori di tutto il mondo sono andati alla ricerca di fluidi alter- nativi, meglio se naturali, oppure di metodi diversi per ottenere la refrigerazione degli ambienti e/o dei materiali.Non tutti i metodi sono qui presentati, tuttavia sono numerosi i fenomeni fisici esposti perché studiati ed applicati per ridurre i consumi energetici e l’impatto ambientale.

GIUSEPPE GRAZZINI fa parte del Dipartimento di Ingegneria Industriale come Professore Ordinario di Fisica Tecnica presso la Scuola di Ingegneria di Firenze, già docente presso lo IUAV di Venezia e ricercatore presso l’Università di Bologna. Laureato in Ingegneria Meccanica presso l’Università di Bologna nel 1973. Si occupa di uso razionale dell’energia, di termodinamica irreversibile, di scambio termico, di uso dell’energia solare.

ADRIANO MILAZZO ha studiato all’Università di Firenze, ove ha conseguito la laurea in Ingegneria Meccanica nel 1986 e il dottorato di ricerca in Energetica nel 1992. Dopo un periodo all’Università dell’Aquila, nel 2006 è rientrato a Firenze ove opera presso il Dipartimento di Ingegneria Industriale. Insegna Fisica Tecnica per Ingegneria Civile, Edile e Ambientale e Tecnica del Freddo per Ingegneria Energetica. Si occupa di termodinamica e refrigerazione.